Gallery


  • La villa







  • Il parco







  • L'agricoltura







  • Gli eventi





    Curiosità


    • La villa


      Questa dimora, nata come casino di caccia del ricco possidente potitese Don Enrico Sanillo, fu realizzata agli inizi del 1800 sotto la guida dall’archietto Campochiaro, discepolo del Vanvitelli. Acquistata e integralmente ristrutturata agli inizi degli anni ’70 da Osvaldo Palmieri, fu dimora permanente della sua famiglia. Oggi, dopo una nuova ristrutturazione ed adeguamento funzionale ad opera di Sergio e Corinna Palmieri, è stata trasformata in agriturismo, dove, i proprietari, accolgono i propri clienti con la propria innata ospitalità.


    • Il Parco


      La villa è circondata da un parco con ampi prati nel quale poter passeggiare all’ombra di piante rigogliose e di una folta e curata vegetazione. Una cornice ideale per momenti di piacevole relax. Alberi secolari e cura dei dettagli fanno percepire al cliente l’anima con la quale è stato realizzato.


    • L'agricoltura


      L’intera proprietà si estende su una superfice di 50.000 mq da cui sottratti i 15.000 mq di parco e le pertinenze, la restante parte è interamente a vocazione agricola. Oliveti, vigneti , orti e alberi da frutto compongono il paniere dei prodotti che il cliente troverà al suo arrivo. Con i frutti delle coltivazioni agricole, infatti, si ottengono piccole produzioni di nicchia, interamente biologiche, che il cliente potrà assaporare nei giorni di permanenza o acquistarli nel suggestivo punto vendita.


    • Gli eventi


      I saloni interni, il capanno bianco, la rotonda, l’incantevole giardino e il suggestivo parco che circonda questa prestigiosa dimora storica, ne fanno una splendida ed esclusiva location per i più svariati eventi. Tenuta Torellone è infatti la cornice ideale per matrimoni, ricevimenti, garden party, serate musicali e cene di gala, ma anche per mostre, vernissage, eventi culturali di vario genere, meeting e cene di lavoro.